Blog: http://lafatamab.ilcannocchiale.it

molto rumore per nulla

Sabato a teatro ho visto quest opera "molto rumore per nulla"

sono rimasta colpita....ero felicissima.. bocca aperta , occhi splancati e un cuore colmo,ma colma di gioia

amo l arte....mi coinvolge e travolge .....un mare in piena da cui mi lascio trascinare....

e dopo queste immersioni...mi sento....rinata...

ma ovviamente dipende da ciò che vedo o sento...devono essere di mio gusto!!!

ed io diciamo che sono un po difficile.....un po criticona alle volte...

cmq Sabato ho visto questo spettacolo bellissimo

e mi ha colpito questo monologo di Benedetto che ora vi lascio

 

 

Non riesco a capire come un uomo,
vedendo quanto sciocco sia un altr'uomo
che agisce imbambolato dall'amore;
e avendo egli coperto di ridicolo
tante vane scempiaggini negli altri,
s'induca a diventar lui stesso mira
della sua derisione, innamorandosi.
E tale è Claudio. Io l'ho conosciuto
che non c'era per lui null'altra musica
che quella di tamburi e di zampogne,(46)
e adesso non vorrebbe sentir altro
che musica di flauti e tamburelli.
L'ho conosciuto che avrebbe voluto
percorrere anche dieci miglia a piedi
per ammirare una bella armatura;
ora starebbe sveglio dieci notti
per ritagliarsi un corsetto alla moda.
Parlava chiaro, semplice, alla buona;
ora s'è dato al parlar ricercato,
con parole che sembrano un banchetto
di piatti i più fantasiosi e strani.
Potrà così capitare anche a me
di convertirmi alla stessa maniera,
e di guardare il mondo con quegli occhi?
Non posso dirlo, ma credo di no.
Non oserò giurare che l'amore
non possa convertirmi in un mollusco;
ma una cosa mi sento di giurare:
che prima di ridurmi come gli altri
a tale stato d'imbecillità
dovrà riuscire a far di me un'ostrica.
Una donna è graziosa? Mi sta bene.
Un'altra è saggia? Mi sta pure bene.
Una terza è virtuosa? Mi sta bene.
Ma fino a quando tutte queste doti
non siano riunite in una sola,
nessuna donna otterrà le mie grazie.
Ricca ha da essere: questo è scontato;
intelligente, o nemmeno a parlarne;
virtuosa, o non ammetto compromessi;
bella, se no nemmeno mi ci volto;
dolce, o vicino a me non ce la voglio;
nobile, o non ci spendo un solo angelo;(47)
che sappia parlar bene e suonar meglio,
e coi capelli... bah, quanto ai capelli,
siano pur del colore che Dio vuole!
Ma ecco il Principe e monsieur Amore...
Vado a nascondermi sotto la pergola.

Pubblicato il 4/3/2010 alle 18.19 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web